Il talento e la costanza.

"Noi siamo ciò che facciamo ripetutamente, perciò l’eccellenza non è un atto ma un’abitudine” (Aristotele). Il talento aiuta, ma la costanza è tutto. E questo mi rassicura.